Cascina Del Santo

Calendario

Lun
Mar
Mer
Gio
Ven
Sab
Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
Maggio 2019
 
  • Posizione
    Cascina Del Santo
    Cascina del Santo
    26823 Camairago LO
    Italia
Categorie coinvolte
Cultura e didattica
Location per eventi
Natura e ambiente
Pernottamento
Ristorazione
Vendita prodotti

La Cascina del Santo, a Camairago, è una azienda agricola interamente volta all'allevamento di bovini da latte, strutturata come una corte centrale storica - che accoglie le residenze e le strutture per il lavoro - immersa al centro del paesaggio coltivato di origine romana e tutt'ora conservato integralmente. La conduzione del fondo a servizio dell'allevamento è di tipo familiare con il supporto di lavoratori dipendenti per l'attività intensa sempre presente, interamente autosotenibile, di eccellenza nel settore e ben radicata sul territorio. Il complesso architettonico, storicamete legato alla famiglia dei Borromeo e a San Carlo Borromeo ("del Santo ricorda le sue visite in questo luogo" Ongaro), risale come origine all'inizio del 1700 già con struttura a corte tutt'ora riconoscibile al centro dalla proprietà agricola. Nei secoli si sono succedute varie modifiche dei fabbricati, per ragioni d'uso e di lavoro.

Allo stato attuale il nucleo principale è costituito da una corte principale di (70x70 m) e una corte minore (30x30 m), collegate agli spazi aperti di piacere, di lavoro e ai campi coltivati esterni. I fabbricati sulla corte maggiore sono: la casa padronale ottocentesca dotata di logge affrescate, torretta con campana per i lavoratori e meridiana sul giardino privato retrostante; il casello per la lavorazione del latte; le stalle dei cavalli con fienile settecenteschi; i portici di fine 800 per i depositi e i lavori agricoli di cui un braccio risale al 1792, di particolare pergio adibito anche ad eventi; un corpo allungato di case coloniche parte ancora di servizio per l'attività e parte dedicabile all'ospitalità; i silos verticali per lo stoccaggio del mais. Verso l'esterno si estendono i corpi delle stalle novecentesche e ampliate negli anni recenti con annessa sala di mungitura e spazi adibiti agli animali. Tutti i fabbricati sono in buono stato di conservazione e costante oggetto di cura.      
            
La Cascina Del Santo si colloca nel cuore di un territorio qui particolarmente fertile i 96 ettari di terreno dedicati alle coltivazione che la circondano sono innervati da un reticolo di canali irrigui e percorsi risalenti all'epoca romana, poi bonificati nel medioevo e successivamente organizzati e curati per le forme produttive moderne, senza che la struttura originaria ne risultasse tuttavia mai alterata. Fino agli anni settanta del secolo scorso era qui attiva la produzione di Grana Padano, gorgonzola, formaggi tipici locali, attività di trasformazione che si vorrebbe reintrodurre nel prossimo futuro e che consentirebbe un'apertura ulteriore del luogo e dei saperi qui racchiusi, nonchè una varietà delle attività presenti.  
All'attività specifica infatti, poco a poco, si intrecciano usi vari che intendono aprire la struttura all'esterno, quali visite didattiche, brevi momenti di sosta e relax sulla via franchigena, tour formativi, possibilità di alloggio in b&b mirati, sempre nel massimo rispetto dell'identità locale che non vuole essere trasformata nè perduta: si intende qui offrire al visitatore, allo studioso, alla scolaresca in visita, un quadro autentico di che cosa sia una vera azienda agricola, preservata e tramandata nei secoli, con tutte le dinamiche per la valorizzazione, oggi più che mai delicate.

La Cascina del Santo è nel suo complesso è un vero e vivente "museo a cielo aperto", ovvero uno spazio di conoscenza della cultura produttiva agricola e di allevamento tradizionali, ancora attivi, adatto anche per visite didattiche per piccoli e grandi e per la divulgazione all'esterno di un sapere unico, spesso ormai raro, e ben radicato in un paesaggio coltivato e integro.
Tutto il territorio limitrofo è collegato da piste ciclabili, provenienti da Codogno, Lodi, Pizzighettone, Cremona etc. che rendono facilmente e "lentamente" raggiungibile la cascina, consentendo la fruizione sostenibile di una campagna tutelata eppure ancora attiva non distante da Milano e Lodi. E’ possibile percorrere circuiti paesaggistici, enograstronomici e di benessere al suo intorno, nonchè praticare sport quali jogging, ciclismo, pesca, yoga etc. La via Franchigena dista soltanto 10 km dal nucleo rurale che si offre come  una tappa ideale lungo questo percorso, occasione per conoscere il funzionamento di una Azienda agricola e zootecnica modello, per avvicinarsi alla coltivazione e al sapere qui racchiuso, godendo di un relax reale e calmo immersi nel verde, accogliente e istruttivo anche per i più piccoli.

Contatti

3402538597

annaarioli@gmail.com

Richiedi informazioni

Cosa stai cercando?